Grazie a tutti

Sono abili, confondono le idee, ci spacciano la merda per finissima cioccolata. E noi abbiamo i neuroni rattrappiti da un devastante e perenne lockdown mentale, che rende quello dovuto alla pandemia una piccola pausa di riflessione.
Ci fregano facile. Ci fregano sempre. Ne compriamo a barattoli.
Certo, la mia è una visione di parte, essendo io ignorante, grillino, populista, qualunquista, massimalista, giustizialista e ovviamente comunista di merda, perciò vale quello che vale. Ma voi andate oltre, fate finta che da qui in avanti a scrivere sia uno intelligente, democratico e obiettivo come per esempio… sì insomma tipo… che somigli a… va be’, fate finta e basta.
Pd e 5s hanno contribuito a formare il governo del federisarcatuttinabarca, voluto da un Presidente troppo di parte, sostenuto da confindustria, appoggiato dalle banche e presieduto da una sorta di epica divinità evocata come un messia da quasi tutti i media.
Questo dopo che il precedente era stato eliminato da un killer, e per ogni killer c’è un mandante, come previsto dal piano segreto noto con il nome in codice “togliersi di culo Conte e i 5S”.
Ora, non potendo chiamare questo nuovo esecutivo “God and the New Providence” perché pareva troppo anche a loro, l’hanno chiamato “Governo dei migliori”, così, per complimentarsi un po’, però con sobrietà.
Costoro hanno proseguito il percorso già tracciato da quelli di prima, e questa è stata la sola cosa giusta, ma l’hanno fatto peggio e hanno farcito il tutto impreziosendolo con piccole gemme lucenti, tipo il ripristino dei vitalizi per il celeste, a ribadire la vocazione mistica, nuovi condoni, abolizione del salario minimo, braccino corto sulla Sanità, i viaggi della Serbelloni Mazzanti, di nuovo ‘sto cazzo di Ponte sullo Stretto, i silenzi complici su durigon e renzi, e soprattutto quello che ancora non sappiamo, o dovrà succedere quando si aprirà il barattolo della marmellata.
Però fanno tutto questo per noi, per renderci meno traumatico il passaggio quando al governo andrà la destra più becera e pericolosa, che nel frattempo sta acquattata nell’ombra e aumenta il proprio consenso fingendo un’opposizione che non fa.
Un po’ come quando il mio urologo, per curarmi le ragadi, mi segnò una serie di supposte graduate, da piccola a enorme, che dovevo mettermi via via aumentando la misura, e io mi tenni le ragadi.
In attesa che succeda e che mi ritrovi la meloni presidentessa del consiglio, con le altre due grazie a corredo, vorrei ringraziare tutti per questo grandissimo risultato.
Grazie a letta e al suo pd, fonti imperiture di vuoto cosmico, eredi di una tradizione di delusioni inenarrabili che si tramanda ormai da decenni, ideologi dell’assenza più dannosa e colpevole rispetto ai bisogni delle persone che dovrebbero rappresentare; e grazie ai 5S, che, con audacia e sprezzo del periglio, si stanno consegnando al martirio e quindi alla leggenda in nome di non si sa cosa, o forse si sa fin troppo bene.
Entrambi, in questo governo contano meno di Ringo Starr nelle canzoni dei Beatles e di quell’altro negli 883.
Grazie ai media, agli opinionisti, ai salottieri mentani, agli intell… va be’, davvero un bel risultato quello del partito unico, dalle prospettive entusiasmanti.
E grazie a quei miei connazionali che appena si è parlato di riaperture hanno festeggiato inondando i social di selfie dove inneggiavano alla libertà brandendo uno spritz.
Grazie a tutti.
Io però ho un’altra idea di libertà.