Coerenza e dignità

Io capisco perfettamente che qualcuno non si senta più in linea con il Movimento e se ne vada.
Ci sta.
Il Movimento ha sbagliato troppo, dall’alleanza con la lega in avanti, rinunciando a lotte e principi importanti per i quali era stato votato e offrendosi in sacrificio ad accordi politici che l’hanno visto quasi sempre succube e marginale, a dispetto dei grandi numeri che aveva. E’ stato per inesperienza, incoerenza, inadeguatezza di troppi a ricoprire certi ruoli.
Ne ho parlato già e il problema adesso non è questo.
Se ne vanno in quattro dal Parlamento Europeo.
Sono sdegnati, povere anime, a tal punto da rinunciare a provarci, cercare di fare squadra, tentare di riorganizzare una strategia.
Va bene, ok, continuerò serenamente a non dormire come adesso.
Ciao.
 
Però, visto che si definiscono duri e puri, spero che non facciano anche loro come tutti quei buffoni che escono da un gruppo per entrare in un altro con il nobile intento di salvarsi il culo, tanto più che al prossimo giro i posti disponibili per i 5S, come quelli per forza italia, saranno pochini e magari a loro non toccherebbe niente.
Nascondere il più squallido opportunismo dietro nebbie di inutili chiacchiere è quello che i politici imparano subito.
Tutti, talebani e duropuristi compresi.
 
Dai, Orso, non esagerare. Mica penserai davvero che questi giovani virgulti siano dei razzi, degli scilipoti, o delle ravetto qualsiasi? Vedrai che loro, coerentemente con quanto cianciano, adesso escono, prendono il trenino e tornano a casa.
 
O no?