Articoli marcati con tag ‘Marcegaglia’

Capitani coraggiosi un cazzo

Capitani coraggiosi!?!?!? Patrioti, eroici cavalieri!!!???!!!???
Gli avevano trovato nomi evocativi, leggendari, come quando vi entrano in casa per rubare fingendosi tecnici che devono riparare un guasto. E di eroico e coraggioso non hanno proprio un cazzo di niente, visto che le tasche alla fine sono sempre le nostre. Loro non rischiano, e non perdono, mai. Il nostro capitalismo assistito ha sempre funzionato così: spese pubbliche e ricavi privati. Se proprio gli va male li mandano via con liquidazioni che sommate agli stipendi che hanno preso fanno qualche millennio del lavoro di una persona normale.

I loro nomi andrebbero mandati in sovrimpressione sugli schermi tv, colaninno, benetton, marcegaglia, montezemolo e il resto della banda, con l’invito ad evitarli come la peste bubbonica o la musica dei modà. Un po’ come gli avvisi sui pacchetti di sigarette. Altro che farne macchiette buone per la satira di Crozza, che satira non è, e che alla fine hanno il solo effetto di disinnescarli e renderli simpatici, come è successo per montezemolo, il più fenomeno di tutti. 
Sono sempre operativi. E pericolosi.
Anche quando non hanno meriti, se non quello di essere “figli o amici di”, sembra che senza di loro non possa esserci futuro ne’ speranza. Sono attori consumati. Come i politici, che possono ricoprire qualsiasi ministero senza saperne una sega di niente, anche loro possono interpretare qualsiasi ruolo, gestire qualsiasi azienda senza avere nessuna competenza in quella materia. Un po’ come sicari prezzolati mandati dalla politica ad affossare chiunque. 
E pagati da noi.

Pensieri stupendi

FORNERO: “La riforma delle pensioni sarà all’insegna dell’equità fra generazioni”
Brava! Finalmente nessuna differenza fra figli, padri e nonni. Stesso trattamento per tutti: più un cazzo per nessuno.

BONANNI: “Monti ci convochi!”
Stia tranquillo, e riposi in pace. Nonostante il suo immenso talento, questa volta nemmeno lei riuscirebbe a fare di peggio.

MARCEGAGLIA: “Ormai di intoccabile non c’é più niente. Certamente credo che vadano toccate le pensioni: 40 anni non è un numero invalicabile. Questo non è il momento di porre veti, qui bisogna salvare il Paese”
Bene, gentile capellona. Cominci a frugarsi in tasca.

Con quella faccia un po’ così

La marcegaglia ha presentato al governo un manifesto contenente la richesta di attuazione degli interventi ritenuti prioritari per la salvezza del paese: spesa pubblica e pensioni, riforma fiscale, cessioni patrimonio, liberalizzazioni e semplificazioni, infrastrutture ed energia.

Il documento é firmato da Confindustria, Ania (Assicurazioni), ABI (Banche), Rete Imprese Italia (Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna) e Alleanza delle Cooperative.

Un po’ come se Attila e le sue truppe, dopo avere sfruttato, evaso ed esportato, saccheggiato, devastato e distrutto, si lamentassero perché nei loro 32 castelli non c’é più acqua calda e chiedessero l’immediato ripristino del sistema idraulico.
Si rilassino, nelle nostre capanne non c’é nemmeno quella fredda.

Ritorno al futuro


Emma Marcegaglia, una che ogni volta che esala un fiato ha davanti un mare di microfoni pronti ad amplificarlo, ha detto che votare sì ai referendum sull’acqua riporterebbe l’Italia indietro di vent’anni. L’ha detto con la sicumera che la contraddistingue, lasciando la platea mediatica attonita e stupefatta, come di fronte a una profezia del mago Otelma.

La signora, come gli altri che, più o meno palesemente, ci consigliano l’assenza, mi ha fatto tornare in mente quando Craxi, per l’appunto 20 anni fa, invitò gli italiani ad andare al mare e disertare il referendum Segni.
Poi però al mare ci andò lui.

E allora, tutti nel ’91! Qualcuno da spedire in vacanza con secchiello e paletta ce l’abbiamo anche stavolta…
Però, visto che si torna da quelle parti, alle discese in campo stiamoci più attenti…

Calendario
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Dic    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31