I sentimenti


Ci pensavo da un po’ e oggi mi sono deciso. Basta con la politica, il cazzeggio, la musica.
Scriverò un post sui sentimenti. Ovvai!
Quelli buoni, intendo, che nascono dal cuore, e che vanno dalla simpatia per il gatto del vicino ai contatti Facebook, e poi alle amicizie, più o meno importanti, e su su fino all’amore eterno. Boom!

Come ognuno di voi, anch’io ho conosciuto persone, ho provato affetti, vissuto storie, e intanto che mi scorrevano gli anni sul groppone ho avuto tempo e modo di imparare, di capire, di provare dolore e combatterlo, e anche di seminare errori, raccoglierne il frutto, spremerlo e berne il succo. Di fare un mare di cazzate, insomma.

In ogni caso, conosco la materia e so di cosa parlo.
Adesso ho raggiunto ormai quella serenità che mi consente di parlarne senza turbamenti, senza esserne più coinvolto. Ho pensato così che la mia esperienza (è il nome che i filosofi danno a quel mare di cazzate), narrata serenamente e pienamente, potrà aiutare qualcuno a difendersi dai propri errori, se non a evitarli, e a superare il dolore che si prova quando un amico ti tradisce o quando finisce un amore così come è finito quello di Cocciante.
Financo a crescere. È anche questa la funzione dei social, no? Confrontarsi, scambiarsi esperienze.
Sarò il vostro confidente, una specie di amorevole fratello maggiore. Lo farò cercando di essere sintetico e diretto; senza fronzoli, ridondanze o inutili giri di parole, senza retorica. Scaverò nel profondo, frugherò tra le pieghe dell’anima e ne trarrò l’essenza, quello che conta davvero. Lo farò per voi. Grazie. Prego.
Vediamo… cominciare è sempre difficile, non sai mai da dove. Che dire… forse potrei, ecco, sì, certo… Allora, quello che è importante, beh… insomma, più o meno… no, così non va bene.
……….

Ricomincio, dai…

……….

Ok, ci sono. Dunque… partiamo dall’inizio. Quando nasce un sentimento per qualcuno, una simpatia, un affetto, o qualcosa di più che ti chiude lo stomaco, quando insomma le cose succedono, non c’è un perché, e nemmeno un motivo. Anzi, forse non succedono nemmeno e sono solo proiezione dei nostri desideri, o dei nostri incubi, plasmati dall’attitudine che ognuno di noi ha per l’insondabilità dello spirito evocato dalla ragione. È la nostra mente, tormentata dall’abitudine al vivere e sottostante a logiche psicotrope alienanti. E quando invece succedono, non dite quattro… no, questa è un’altra, scusate. Quando succedono, dicevo, non parlate, non tacete, non state e non andate, non fate e non dite, lasciate piuttosto che i bambini vengano a… chiedo scusa… certe citazioni si infilano dappertutto, soprattutto quando non si ha niente da dire.

Ecco, sui sentimenti non ho niente da dire. Non ci ho mai capito un cazzo! E quando ho creduto di capire, ho sbagliato.
Arrangiatevi.

Lascia un Commento

*

Orso Grigio
Facebook Pagelike Widget
Post
Calendario
Giugno: 2019
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930